sabato 10 settembre 2016

Sfoglie alle mele e lamponi

lamponi

Dopo aver passato un bel po' di tempo a cercare di complicarmi la vita, a cercare le cose lunghe e difficili, le strade tortuose e le ricette complicate, da un po' di tempo ho invertito la rotta e faccio come fanno generalmente gli uomini in tutti i campi (hi hi hi) cioè scelgo la via più semplice, la più veloce, la più pratica... in cucina. Direi che vivo meglio. 

Almeno in questo momento della mia vita, ma penso che questo discorso valga sempre, devo capire dove è giusto che metta le mie energie, su cosa è giusto che mi concentri e siccome la dispersione è una mia prerogatica devo assolutamente darmi una regolata ed ottimizzare dove posso. Io amo cucinare, ma non sono una food blogger, sono solo una mamma e moglie che cerca di preparare sempre qualcosa di buono per la sua famiglia e quello che mi piace sono felice di condividerlo con voi qui.   

Questo non vuol dire fare peggio o meno, anzi e infatti cuochi come Simone Rugiati o Jamie Oliver propongono ricette in 20 minuti e menù in mezz'ora, anche se riuscire poi a replicare come loro è tutta un'altra storia !

E sulla scia di questo discorso ieri ho preparato una merenda veloce, deliziosa e di stagione dell'amica Anna Marangella del blog Ultimissime dal forno pubblicata su Donne Magazine 
Avevo in casa tutti gli ingredienti e in un attimo erano già pronte

mele e lamponi

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia
confettura di albicocche
1 mela Ambrosia (o Fuji o Annurca)
zucchero di canna
lamponi
zucchero a velo

Preriscaldate il forno a 190 °C. Prendete il rotolo di pasta sfoglia e ricavate dei dischi con un coppapasta, la misura è a piacere, i miei misuravano 8 cm di diametro. Disponeteli su una teglia rivestita con carta da forno e spennellateli con un velo di confettura lasciando libero 1 cm. dal bordo. Pelate ed affettate finemente la mela (a me ne è bastata una, Anna ne ha usate due) Disponete le fettine sulla confettura e ripiegate il bordo della sfoglia come a creare una cornice. Spolverizzate la superficie con lo zucchero di canna ed infornate per circa 15 - 20 minuti. La sfoglia deve risultare bella dorata. 
Sfornate, lasciate intiepidire e decorate coi lamponi e lo zucchero a velo.

E' più veloce a farsi che a dirsi 

dolce veloce con la sfoglia

E voi ? Come gestite il tempo ? Siete precise ed organizzate, vi segnate tutto e non sgarrate o passate da una cosa all'altra perdendovi per la via ? Tante di noi lavorano da casa o comunque si autogestiscono e sono curiosa di sapere come sono le vostre giornate. Avete un metodo infallibile per essere produttive ? 
Aspetto curiosa le vostre risposte !!!

post signature

All photos by Sento i pollici che prudono

giovedì 1 settembre 2016

Peperone che passione ! #seguilestagioni

segui le stagioni

Primo giorno di settembre, un mese un po' nostalgico, almeno per me. 
Senti che l'estate è agli sgoccioli, ma mancano ancora ben 3 settimane all'inizio dell'autunno e io me le assaporerò fino allo spasimo e no no no, guai a chi dice che l'estate ormai è finita ! In questo mese rinizia la scuola, si riprendono i ritmi abbandonati per tre mesi, ricominciamo a coprirci, a non farci più la ceretta.... no, scherzo, dai :D (insomma)

Quando vivevo a Milano per me settembre voleva dire ferie. Mi godevo la città deserta in agosto, il poco traffico, i ritmi calmi in ufficio pensando che sarei partita di lì a poco, per ultima.

Ora, vivendo vicina al mare, è come se fossi sempre un po' in vacanza. 

Tornando a noi e al nostro appuntamento mensile con #seguilestagioni, come avrete capito dalle foto, la mia scelta per questo mese è ricaduta sui peperoni. A casa nostra li amiamo in due, su tre. Il maschio grande li digerisce poco. Il piccolo se ne mangia anche uno intero, crudo, per merenda. Io a merenda no, ma ai pasti principali, crudi o cotti, sì. 

Siccome ero indecisa tra due versioni alla fine le ho fatte entrambe. Molti ingredienti sono in comune. Una versione è fredda, l'altra uscita dal forno. 
In ogni caso, per prima cosa, ho messo i peperoni in forno caldo, a 180 - 200°C ventilato per farli cuocere, rigirandoli perchè la pelle si scurisca dappertutto, per circa 40 minuti. Li ho poi tirati fuori dal forno e lasciati raffreddare ed una volta freddi li ho spellati e privati dei semi e delle parti bianche. Ho ricavato delle falde, più strette per gli involtini, più larghe per la ricetta dei peperoni al forno e li ho messi in un colapasta per far scolare il liquido che rilasciano.

Le falde che avanzano le congelo così me le ritrovo pronte per le prossime ricette.

involtini di peperone

Per gli involtini di peperone gli ingredienti sono:

Falde di 2 peperoni (uno rosso e uno giallo) 
100 gr. di tonno sott'olio sgocciolato
1 cucchiaio di maionese
1 cucchiaio di capperi sotto sale ben sciacquati
prezzemolo q.b.
olio e.v.o.
sale

Sbriciolate il tonno in una ciotola, aggiungete i capperi ed il prezzemolo tritati e la maionese. Mescolate, aggiungete sale se necessario. Prendete le falde dei peperoni, stendete la farcia ed arrotolateli. Un filo d'olio sopra. Se non li servite subito riponeteli in frigorifero. Sono degli ottimi bocconcini, freschi e delicati

peperoni farciti


Per i peperoni al forno gli ingredienti sono:

Falde di 2 peperoni (uno rosso e uno giallo)
100 gr. di tonno sott'olio sgocciolato
2 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
1 cucchiaio di capperi dissalati
prezzemolo e basilico
pangrattato
olio e.v.o. 
poco sale

Sbriciolate il tonno in una ciotola ed unite capperi, olive, prezzemolo e basilico tritati ed il pangrattato. Aggiungete l'olio per avere un composto non asciutto e sale solo se necessario.  
Mettete le falde di peperone su una teglia rivestita con carta forno. Stendete sopra il vostro composto, ancora un filo d'olio e in forno già caldo a 180°C per 10 - 15 minuti. 
Si servono tiepidi. 

segui le stagioni


peperoni e tonno

peperoni al forno

Per entrambe le preparazioni si possono aggiungere anche delle acciughe che io questa volta non ho messo, ma altre volte sì. 


Come di consueto vi lascio la lista della spesa del mese, utile promemoria da poter stampare e conservare
lista di settembre
Partecipano insieme a me a questo progetto anche:

Anna Marangella - Ultimissime dal Forno
Antonella Manfredi -  Le Passioni di Antonella
Lucia Locatelli - La gallina Rosita
Simona Milani - Pensieri e Pasticci
Chiara Palombo - GiardiNote 
Lisa Verrastro - Lismary's cottage
Enrica Coccola - Coccolatime
Sabina sala - Due bionde in cucina
Silvia Messina - Vita da Fata Ignorante
Susy May - Coscina di pollo
Alisa Secchi - Alise Home Shabby Chic 
Veronica Effe - S&V a colazione
Maria Martino - La mia casa nel vento


Ci potete trovare anche 

Come sempre fatemi sapere cosa ne pensate e vi aspetto curiose al prossimo appuntamento di #seguilestagioni, all'inizio di ottobre ! 


post signature

All photos by Sento i pollici che prudono 

lunedì 1 agosto 2016

Crostata di frutta senza cottura #seguilestagioni

base cheesecake

Sono in tanti a non amare il caldo, a soffrirlo proprio e questa estate di caldo ne sta facendo tanto. Io invece lo amo, e mi va bene anche quando è così umido da levarti le forze perché penso a delle estati di anni fa che sono passate senza farsi accorgere, estati brutte, piovose e fredde che non mi hanno fatta arrivare preparata all'inverno. Volete mettere le giornate lunghe, le cene all'aperto con gli amici, il sole che scalda le ossa e asciuga in fretta i panni. E sì, proprio così, andiamo anche al lato pratico, vento e sole asciugano tutto in un istante. In inverno hai voglia di stendere le lavatrici ad asciugare, dopo tre giorni è ancora tutto umido e sarebbe da rilavare. E poi in estate ci si veste in fretta con poche cose leggere. Se si riesce ad andare al mare (o in montagna) si acquista anche un colorino più sano. 

Però col caldo passa la voglia di accendere il forno e quindi ho pensato di preparare una crostata senza cottura per questo nuovo appuntamento di #seguilestagioni. Tutto a freddo, tutto fresco. Il procedimento è veloce, si sporcano pochi attrezzi e fa la sua figura. Naturalmente la crostata è fatta con la frutta di stagione, neanche a dirlo, ed io ho scelto ribes, more e una nettarina gialla. 

frutti di bosco

dolce alla frutta


Ingredienti

per la base:
280 gr. biscotti Oro Saiwa
20 gr. nocciole pelate e tostate
150 gr. burro
1 cucchiaio miele di acacia

per la crema:
150 gr. mascarpone
150 ml. panna fresca
50 - 55 gr. zucchero a velo

per decorare: 
1/2 pesca gialla
160 gr. more
60 gr. ribes rossi
foglioline di menta

stampo rettangolare con fondo removibile misura cm.36 x 12

Per fare la base ho utilizzato ingredienti che avevo già in casa. Le nocciole sono facoltative, se uno vuole utilizza 300 gr. di biscotti e basta, oppure, al contrario, aumenta la quantità di nocciole e diminuisce quella dei biscotti. Io ne avevo solo 20 gr. ed ho messo quelli per finirle. E si sentono.

crema al mascarpone

Frullate finemente i biscotti e le nocciole. Unite il burro fuso ed il miele. Mescolate ed amalgamate bene gli ingredienti aiutandovi prima con un cucchiaio e poi con le mani. 
Versate il composto nello stampo, compattatelo e pressatelo bene con le dita sia sul fondo che sui bordi.
Mettete in frigorifero per almeno mezz'ora. Deve raffreddarsi molto bene per risultare solido e compatto. 
Nel frattempo preparate la crema: lavorate il mascarpone con lo zucchero a velo fino a renderlo bello morbido. Montate la panna in un contenitore freddo e con le fruste anch'esse fredde. La panna è pronta quando è semi montata, deve tenere il ciuffo, ma essere molto morbida. Unitela al mascarpone con movimenti lenti dal basso verso l'alto. 
Ora potete farcire la vostra base. Io ho utilizzato una sac à poche con bocchetta larga. Potreste fare tutti dei ciuffetti per un effetto più preciso e da pasticceria oppure potreste distribuirla semplicemente con un cucchiaio, in maniera più grossolana ma non per questo meno bella. 

pesche

E ora una pioggia di frutta di stagione: pesca a fettine, ribes rossi e more. E a dare un tocco di verde delle profumatissime foglioline di menta che arriva direttamente dal mio giardino dove, in un punto, ha deciso di crescere spontanea sicuramente portata dal vento. 
Riponete la crostata in frigorifero e tiratela fuori solo prima di servirla. 

crostata senza cottura

E' veramente buono questo dolce. L'acidulo di ribes e more si sposa benissimo con la crema e la base di biscotti e mentre la mangi ti viene voglia di mangiarne dell'altra. 

Come nei precedenti appuntamenti di #seguilestagioni, anche questa volta trovate la lista della spesa da poter scaricare e stampare, utile promemoria

seguilestagioniagosto

Partecipano insieme a me a questo progetto anche:

Anna Marangella - Ultimissime dal Forno
Antonella Manfredi -  Le Passioni di Antonella
Lucia Locatelli - La gallina Rosita
Simona Milani - Pensieri e Pasticci
Soribel Carrasco - Lullaby Foodprops
Chiara Palombo - GiardiNote 
Lisa Verrastro - Lismary's cottage
Enrica Coccola - Coccolatime
Sabina sala - Due bionde in cucina
Silvia Messina - Vita da Fata Ignorante
Susy May - Coscina di pollo
Alisa Secchi - Alise Home Shabby Chic 
Veronica Effe - S&V a colazione
Maria Martino - La mia casa nel vento
Giuliana Crisciotti - Di cuore


Ci potete trovare anche 

Come sempre fatemi sapere cosa ne pensate e vi aspetto curiose al prossimo appuntamento di #seguilestagioni, all'inizio di settembre! 


post signature

All photos by Sento i pollici che prudono