sabato 11 gennaio 2014

ESTRATTO DI VANIGLIA HOME MADE

vaniglia

Com'è partito questo nuovo anno, col piede giusto oppure no ?
Io voglio che sia migliore dei precedenti e mi impegnerò perché questo accada
perché, si sa, le cose non piovono dal cielo 
(almeno non quelle belle) 

I buoni propositi ci sono e gli obbiettivi li ho chiari,
da tenere sempre a mente per non perdere la via
Vediamo come andrà, se ne riparlerà tra un po'

E per non perdere le buone abitudini oggi vi faccio compagnia con un home-made delizioso
l'estratto di vaniglia
aroma naturale solitamente difficile da reperire

Ho seguito la ricetta di Tuki di la ciliegina sulla torta

I passaggi sono molto molto semplici
Servono:
vodka di buona qualità che contenga circa il 40% di alcol
bacche di vaniglia della qualità Bourbon del Madagascar

Come devono essere i baccelli di vaniglia per essere buoni ?
Devono essere "grassi" e non secchi, si devono poter piegare e arrotolare senza spezzarsi,
quindi flessibili
devono essere lucidi, devono trasudare olio e devono contenere una bella quantità di semi al loro interno

vaniglia

semi di vaniglia

Per 1/2 litro di vodka servono circa 60 gr. di baccelli di vaniglia

Aprite le bacche per lungo e tagliatele a pezzetti
Inserite i pezzetti di vaniglia in una bottiglia di vetro contenente la vodka.
Per 1/2 litro di vodka utilizzate una bottiglia da 1 litro in modo da poter agitare comodamente il contenuto. 
La bottiglia va chiusa bene e riposta in un luogo fresco e buio.
Per i primi 15 giorni va agitata ogni giorno
Successivamente una volta alla settimana
Io l'ho agitata quasi tutti i giorni anche dopo i primi 15, che male non le faceva ;) 
La massima estrazione avviene in 6 mesi, ma dopo 3 si può iniziare già ad utilizzare.
La differenza c'è: dopo il terzo mese, infatti, l'estratto diviene via via più scuro e denso e l'odore di alcol si attenua fino a scomparire e lasciando spazio all'aroma di vaniglia. 
(Ad essere precisi bisognerebbe lasciarlo riposare per altri 6 mesi per permettere all'aroma di perfezionarsi)
Non ha scadenza

Una volta pronto potrete utilizzarlo, dopo averlo filtrato, per aromatizzare le creme, per insaporire muffin e cupcakes, pan di spagna e torte. 
Per la quantità dovrete regolarvi secondo il vostro gusto e secondo l'intensità dell'estratto.
Per darvi un'idea indicativa io ne uso 1 cucchiaino da té colmo per 12 cupcakes

vaniglia


vaniglia

vaniglia

E se volete potete fare come me che quest'anno, per Natale, ho preparato delle boccettine con nastrino ed etichetta e le ho regalate
Vi lascio il link per scaricare le etichette: free vanilla extract printable tags

vaniglia

E ora diciamo basta alla vanillina !!!
post signature 
 
All photos by Sento i pollici che prudono  

8 commenti :

  1. Ottima idea!!! Fortunate le amiche che lo hanno ricevuto... non è che te ne è avanzato? ^____^
    Ciao Lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lieta, ne ho ancora, sì, vuoi passare ;) ?

      Elimina
  2. liviinginmyhome.blogspot.it13 gennaio 2014 08:36

    Anche io ho preparato l'essenza di vaniglia, ho usato la ricetta dello chef Laura Ravaioli, il suo profuma è buonissimo ,inebriante....altro che la vanillina!!! Cara Adrialisa da oggi seguo il tuo blog.....Un salutone.
    Piera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Piera, sono contenta tu sia passata di qua. Benvenuta allora. L'hai postata la tua essenza di vaniglia ? Verrò a vedere. Un'altra versione che voglio provare è quella di Paoletta di Anice&cannella. Un abbraccio

      Elimina
  3. Davvero fortunate le amiche che l'hanno ricevuto!

    RispondiElimina
  4. Molto interessante, lo voglio proprio fare, adoro questo aroma e lo uso spesso...grazie per la descrizione dettagliatissima del procedimento
    un abbraccio, Loretta

    RispondiElimina